Ambiente

Laurent Wauquiez si oppone alla legge sul consumo dei suoli

Région Auvergne-Rhône-Alpes, regione Alvernia-Rodano-Alpi (CC BY-3.0)

Il presidente della regione Auvergne-Rhône-Alpes ha definito quello introdotto con la legge “Climat et résilience” datata 2021 un sistema “ruralicide”.

Risale allo scorso sabato 30 settembre la decisione di Laurent Wauquiez di escludere la regione della quale è presidente, la Auvergne Rhône-Alpes, dalla misura che intende contrastare il consumo dei suoli (“zéro artificialisation nette”). Adottato nel mese di luglio e gestito delle sole regioni nell’ambito della legge “Climat et résilience” datata 2021, il sistema punta a frenare la cementificazione dei suoli entro il 2050.

Assente in Italia ma ben presente in Germania, il provvedimento richiede agli enti pubblici di ridurre del 50% il tasso di occupazione e consumo di suolo delle aree naturali, agricole e forestali entro il 2030. Tradotto e semplificato, ciò impone uno stop alle costruzioni intensive di immobili, strade, parcheggi e rotonde volto a preservare il paesaggio dalla diffusione su larga scala delle automobili e dalle emissioni di anidride carbonica nell’atmosfera che esse generano.

I più letti / Les plus lus

To Top