Ambiente

Come rilanciare il turismo verde nelle valli della Riviera

Avvio Progetto Interreg Alcotra RiverAlp

Il progetto intende favorire la creazione di una destinazione turistica verde dedicata alle attività all’aria aperta per rivitalizzare un’area indebolita

Riuniti a Mentone il 4 dicembre, i nove partner coinvolti in RivierALP hanno lanciato ufficialmente un nuovo progetto Alcotra. Con un budget di quasi 3 milioni di euro in tre anni, il progetto mira a rivitalizzare il turismo verde transfrontaliero in valli in gran parte devastate dalla tempesta Alex, che nel 2020 ha spazzato via non solo strade e ponti e ma anche molti sentieri e piste ciclabili nella valle Roja e su entrambi i lati della frontiera. Alcuni sono stati ripristinati, mentre per altri i lavori sono ancora in corso: il rilancio del turismo verde è una delle priorità per riportare in vita i villaggi della valle.

RivierALP, il nuovo progetto Alcotra, dovrebbe contribuire a questo obiettivo. Con un budget di quasi 3 milioni di euro (di cui l’80% proveniente da fondi FESR) per tre anni, mira a favorire la “creazione di una destinazione turistica verde dedicata alle attività all’aria aperta per rivitalizzare un’area indebolita”.

RivierALP ha come capofila il Comune di Limone Piemonte, stazione turistica in provincia di Cuneo, e riunisce nove partner: il Comune di Sanremo, la Provincia di Imperia, il Dipartimento delle Alpi Marittime, Conitours (Consorzio operatori turistici Provincia di Cuneo), l’Ente di Gestione del Parco delle
Alpi Marittime, il Parco Regionale delle Alpi Liguri, la Communauté d’agglomération de la Riviera Française (CARF) e l’Office de tourisme communautaire “Menton Riviera & Merveilles”.

Ricollegarsi alla Alta Via del Sale

Il programma di attività prevede l’interconnessione dei sentieri e delle piste ciclabili che collegano le montagne al mare su entrambi i lati del confine. Oltre al lavoro necessario per rendere sicuri questi percorsi, in gran parte già esistenti, “l’ambizione è quella di sviluppare un’intera gamma di servizi con un’identità visiva comune e di sviluppare uno storytelling dedicato”, spiega Calypso Santamaria, responsabile dello sviluppo territoriale della CARF. Chiaramente, come sottolinea Daniel Alberti, sindaco di La Brigue, “l’obiettivo è far rivivere la storica Alta via del Sale, un’antica arteria militare strategica che oggi è essenziale per la rivitalizzazione del territorio e per il rilancio del turismo verde”.

Sviluppare il turismo itinerante

Stazioni di ricarica per biciclette a pedalata assistita, mini officine di riparazione e cestini da viaggio per gli escursionisti sono solo alcuni dei servizi che verranno offerti.

Bisogna tuttavia ancora sviluppare un’offerta ricettiva di alta qualità in queste valli, fondamentale per attirare nuovi turisti. Attualmente l’offerta è limitata, a causa delle devastazioni della tempesta Alex e degli scarsi investimenti degli anni precedenti. Il progetto RivierALP non prevede di affrontare questo problema ma, come sottolinea Marie-Garcin Zaiter, direttrice dell’Ufficio del Turismo di Mentone Riviera&Merveilles, “è un handicap su cui stiamo lavorando, con l’obiettivo di ampliare l’offerta di alloggi in varie forme – hotel, gîtes, bed and breakfast – per sviluppare il potenziale del turismo itinerante”.

Si tratta di un tipo di turismo ha già riscosso un buon successo durante l’estate 2023, grazie al treno Merveilles, che collega Nizza a Tenda passando da Breil-sur-Roya.

I più letti / Les plus lus

To Top