Alpi del nord e Rodano

Interreg “ATL”: la rete degli “Attori del Turismo sul Lago di Lemano”

Lago di Lemano, progetto Interreg “ATL”; Lac Léman, projet Interreg “ATL” (fonte/source: Wikipedia Commons, Dmitry A. Mottl, CC BY-SA 4.0)

L’obiettivo del progetto franco-svizzero è di stimolare gli scambi tra gli operatori locali in favore di una prospettiva turistica più mirata.

È stata costituita in seno al progetto Interreg “ATL” cui prendono parte Francia e Svizzera la nuova rete di professionisti che vede coinvolti i numerosi “Attori del Turismo sul Lago di Lemano”. Lo scopo di tale iniziativa è, in ultima analisi, fungere da stimolo per confronti e scambi tra gli operatori del settore volti a comprendere e a soddisfare al meglio le aspettative dei fruitori della zona.

La scheda tecnica

Il progetto Interreg “ATL” è esordito nel mese di gennaio del 2023 e dovrebbe potersi concludere entro il mese di dicembre del 2025. Quanto alla dotazione economica, esso è stato finanziato complessivamente con 1.128.239 euro (1.124.065 franchi svizzeri), di cui 552.042 euro (550.000 franchi svizzeri) per la Svizzera e 576.197 euro (574.065 franchi svizzeri) per la Francia; di questi 460.958 euro di parte francese provengono dal Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (FESR), mentre i restanti 425.000 franchi svizzeri di parte appunto svizzera provengono da fondi federali (275.000 franchi svizzeri) e da fondi cantonali (150.000 franchi svizzeri).

Sul versante francese collaborano alla programmazione l’Ufficio del turismo e dei congressi di Évian-les-Bains nel ruolo di capofila, accompagnato dalla controparte del Destination Léman. Sul lato svizzero vi prendono invece parte l’associazione International Tourisme Forum di Montreux nei panni di capofila, associata al polo di formazione HES-SO Valais Wallis e alla fondazione Genève Tourisme et Congrès.

Il progetto Interreg “ATL”

Il progetto Interreg “ATL” vuole guardare oltre la concorrenza turistica sulle rive del Lago di Ginevra al fine di incoraggiare la messa in comune di esperienze e di buone pratiche delle personalità che vi partecipano. Stabilire priorità, incrementare competenze e dare vita a nuove strategie permetterà così di meglio comprendere natura e ricadute dei flussi nella località.

La comunità così creatasi sarà incaricata di organizzare seminari annuali e forum internazionali dedicati alle problematiche del comparto oltre che di creare un osservatorio per la compilazione di una banca dati franco-svizzera. Tali proposte, sommate all’analisi delle statistiche raccolte, contribuiranno a implementare notevolmente la qualità dei servizi offerti ai turisti nell’area target.

LEGGI ANCHE Progetto ALGA: studiare l’impatto delle alghe nel Lago di Ginevra

I più letti / Les plus lus

To Top